Somatizzazioni

Somatizzazioni

 

somatizzazioni

Il compito forse più importante che possiamo assumerci nella nostra vita è scoprire le nostre naturali attitudini e inclinazioni. Rispetto a tale obiettivo, la migliore guida è rappresentata dalle emozioni e dalle sensazioni corporee. Quando ci impegniamo in attività o relazioni che soddisfano le nostre inclinazioni naturali, ci sentiamo bene, il nostro corpo è appagato e proviamo piacere o gioia”. – (Young e Klosko)

I disturbi psicosomatici sono caratterizzati dalla presenza di sintomi fisici che non sono giustificati né da una condizione medica generale, né dagli effetti diretti di una sostanza e né da un altro disturbo psicologico: in pratica non esistono reperti organici che li possano dimostrare o meccanismi fisiologici noti che li possano spiegare.

Solitamente l’insorgere di tali sintomi viene attribuita a stress, ad ansia o ad un forte disagio psichico o sociale, che attivano il sistema nervoso autonomo, il quale a sua volta risponde con reazioni vegetative che causano problemi fisici, come ad esempio:

 - disturbi dell’apparato gastrointestinale: nausea, meteorismo, vomito, diarrea, colite, ulcera, gastrite;

- disturbi dell’apparato cardiocircolatorio: aritmia, ipertensione, tachicardia;

- disturbi dell’apparato urogenitale: dolori e/o irregolarità mestruali, disfunzioni dell’erezione e/o dell’eiaculazione, anorgasmia, enuresi;

- disturbi dell’apparato muscolare: cefalea, crampi, torcicollo, mialgia, artrite;

- disturbi della pelle: psoriasi, dermatite, prurito, orticaria, sudorazione eccessiva;

- disturbi pseudo-neurologici: sintomi da conversione come alterazioni della coordinazione e/o dell’equilibrio, paralisi o ipostenie localizzate, difficoltà a deglutire, afonia, amnesie.

SOMATIZZAZIONI

Il serpente che non può cambiar pelle muore Friedrich Nietzsche

La somatizzazione di un malessere psicologico non è di per sé patologica, è anzi sovente una normale modalità di risposta ad uno stress psicologico che mette alla prova il nostro equilibrio interno. Si parla di veri e propri disturbi quando l’intensità e la frequenza di queste manifestazioni somatiche è tale da compromettere il funzionamento generale della persona, risultando seriamente limitata. Questi sintomi possono interferire con le normali attività di vita quotidiana e condurre ad un grado di disagio molto elevato a livello personale, sociale, lavorativo, scolastico, familiare ed affettivo.

 Per il trattamento dei disturbi psicosomatici è necessario prima di tutto escludere qualsiasi causa di natura organica.

L’intervento psicoterapico è orientato a comprendere il significato che assume il sintomo in un’ottica globale, quindi da un punto di vista bio-psico-sociale.

Archivi

settembre: 2017
L M M G V S D
« dic    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  
Dott.ssa Marialuisa Lopane